Il titolo (headline) Linkedin per chi cerca lavoro

Mar 4, 2021 | Linkedin Coach | 0 commenti

Pamela Serena Nerattini ★
🔹Formazione e Consulenza Linkedin 🔹Speaker 🔹Autrice 🔹Aiuto imprese e professionisti a trovare clienti, fare Personal Branding e Social Selling 🔹Motivo chi è in cerca di lavoro 🔹CLUBHOUSE @psnerattini

Cosa hai scritto nel tuo titolo Linkedin? Ovvero nei 210 caratteri che sono visualizzabili sotto il tuo nome e la tua foto?

Ricorda che nome, foto e titolo sono le uniche 3 cose visibili nel momento in cui si invia una richiesta di connessione o si commenta un post o si esce nei risultati delle ricerche. È la prima cosa che vedono i recruiter quando aprono il profilo.

Moltissime volte vedo come “headline” sul profilo Linkedin di chi è alla ricerca attiva di lavoro, parole come “disoccupato”, “open to work”, “in cerca di lavoro”, etc.

Posso dirti che queste parole sono completamente inutili. Perché?

Linkedin è un motore di ricerca e si basa sulla rilevanza in base alle domande che vengono fatte, alle ricerche di parole chiave.

Cosa ricercherà un recruiter? La professione, il ruolo o la parola disoccupato?

Il tuo obiettivo è uscire tra i primi nominativi per aver maggior possibilità di incuriosire e quindi fare in modo che il recruiter apra il tuo profilo. Per questo il match tra ricerca e titolo del profilo deve essere il migliore possibile.

È fondamentale quindi comprendere in che modo sarà più facile uscire per primi nei risultati di ricerca Linkedin. Pensa a Google: risponde perfettamente alle tue ricerche in base alle parole chiave che hai inserito.

E quindi cosa puoi fare?

 

Inizia a cercare e salvare i diversi annunci di lavoro a cui ti candideresti. Cercali su ogni job board come Indeed, Monster, etc e non sono Linkedin, non solo nella tua area, ma su tutto il territorio italiano (se cerchi lavoro in Italia).

A questo punto inserisci su word tutti i titoli degli annunci e studia le parole maggiormente utilizzate, saranno quelle che andranno inserite nel titolo del tuo profilo.

Non solo, se ci sono delle competenze specifiche che vengono sempre richieste nei job post, inseriscile.

Cerca di mostra le tue capacità e competenze (cosa fai?) e comunicare il valore che offri a un nuovo datore di lavoro (perché dovrebbe assumerti?) Aggiungi qualcosa di specifico, una certificazione, magari un risultato raggiunto o qualche tuo hobby, una frase motivazionale o ispirazionale. Devi mostrare il meglio di te, non la ricerca di lavoro.

Ad esempio se cerchi come social media manager e ti occupi soprattutto di copy puoi scrivere:

5 anni di esperienza Social Media Manager | Copywriter | SEO | Trasmetto il messaggio aziendale attraverso le parole

Oppure

Ghostwriter (1.000 articoli) | Social Content Manager | Aiuto le imprese ad amplificare il proprio messaggio

Primo consiglio: hai 210 caratteri, oltre alle parole chiave coerenti con la tua professione inserisci il tuo il tuo perché; oppure puoi pensare anche a qualcosa di particolare, di accattivante, di interessante che incuriosisce.

Secondo consiglio: salva su word due o tre esempi di titolo e poi rileggerli dopo 2 giorni a mente fredda e scegli quale inserire. Potrai cambiarlo quando vorrai, non preoccuparti!

Vuoi approfondire il discorso?

Scrivimi per una consulenza o un corso oppure, se ti interessano queste tipologie di contenuti, iscriviti al mio canale YouTube!

Contattami